Come guadagnare con i nomi di dominio

Immaginate di voler creare un sito di ricette di cucina e pensate a chiamarlo “ricette.it“. Tuttavia, sfortunatamente, il nome è già stato preso da qualcun altro.

Chi potrebbe essere il possessore? Probabilmente un “domainer“. Non siete a conoscenza di questa attività? Non preoccupatevi, è normale, poiché non è molto conosciuta.

Può essere estremamente redditizia, ma richiede tempo, soprattutto si tratta di un business che ti permette di essere davanti al pc! Lavorando per esempio dall’altra parte del mondo o durante le vacanze.

Ma che cosa è un domainer? In sintesi, è colui che compra e vende i nomi di dominio su Internet e genera al passaggio plusvalenza. Come? Segui la Guida!

Per prima cosa vediamo i Vocaboli

Prima di entrare nel vivo dell’argomento, analizziamo alcune definizioni:

Domainer:

Domainers o Domain investor, registrano i nomi di dominio sulla base di frasi o parole apparentemente generiche come “vendita immobili” nella speranza che questi nomi a dominio possono essere venduti in seguito a imprese o utenti finali. Alcuni (ma non tutti) di chi investe sui domini cercano di stare lontano da nomi contenenti marchi registrati per non incappare nel cybersquatting.

Cos’è il Cybersquatting?

Cybersquatting (anche conosciuto come domain squatting), è la registrazione e l’utilizzo di un nome a dominio in mala fede intento a trarre profitto dalla buona volontà di un marchio appartenente a qualcuno altro. Il cybersquatter poi offre il dominio alla persona o la società che possiede un marchio contenuta all’interno del nome ad un prezzo gonfiato.

Nome del dominio:

Un nome di dominio è il nome usato per identificare in modo univoco un sito web.

Ad esempio, il nome di dominio di questo sito è webprofit.it

Un nome di dominio contiene una porzione nominale, che identifica il sito, ed un’estensione che permette di categorizzare il dominio.  Le estensioni più conosciute sono .com .net .org che sono “domini di primo livello” (gTLD), mentre per identificarsi in base alla nazione ecco il “dominio geografico di primo livello” (ccTLD) .it .de .fr .uk, ma ne esistono di numerose che saranno più meno adeguate alle esigenze.

Prenotare un nome di dominio:

Quando un domainer compra un nome a dominio, in realtà egli acquista il diritto di utilizzare in esclusiva questo nome per un certo periodo che va (da 1 a diversi anni). Questo acquisto si fa attraverso dei registrar, che si occupa, di registrare direttamente domini per conto degli utenti finali.

Teoria e pratica

Lo scopo di un domainer è quello di acquistare i domini che considera interessanti, e che egli può vendere e ricavarne un profitto. Perché? Semplicemente perché se qualcuno ha voglia di sviluppare un’attività legata ad uno di questi domini, sarà pronto a pagare il prezzo richiesto per ottenere il diritto di utilizzarlo.

Es: Ricette.it è il nome che hai bisogno, in questo caso, sarà il domainer a contattare il proprietario del nome, per cercare di acquistarlo.

Il più recente successo del settore è il dominio appartenuto alla Vodafone, 360.com, venduto per 17 milioni di dollari alla Qihoo (proprietario di 360.cn uno dei siti più visitati al mondo).

Leggi anche: Il Dominio 55588.com venduto per $91.060

Nei fatti gli importi di rivendite sono meno impressionanti. Piuttosto, è dell’ordine di decine di migliaia di euro. Negli Stati Uniti, questo è un vecchio mestiere come internet, e l’occupazione è altamente sviluppata e altamente attrezzata. In Italia, sono pochi coloro che operano in questo campo, sebbene la materia rimanga relativamente poco nota.

Tuttavia, essere consapevoli del fatto che l’acquisto di nomi di dominio non ha confini. Si può tranquillamente acquistare un dominio registrato in Germania (es seo.de) e viceversa. Di conseguenza la concorrenza è molto alta. Occorre dunque scegliere nomi di domini che pensate realmente di potere rivendere.

Per esempio, www.supercalifragilistichespiralitoso.it probabilmente non è il miglior investimento, a meno che non ci sia un’idea dietro il nome!

Come Fare?

L’obiettivo è quello di essere il primo a comprare un dominio non ancora riservato, e di cui pensi che qualcuno avrà bisogno un giorno. Solo che nulla dice che sarà realmente interessante. Quindi acquistare con parsimonia, perché conserverete i vostri domini per mesi o addirittura anni è dispendioso.

I domini più rappresentanti sono i domini legati un’attività generica (tecnologia, decorazioni, giochi, moda ecc.), come pure le marche di prodotti che non esistono ancora. Ma, visto che i nome in questi settori sono già stati acquistati per la maggior parte, si hanno solo poche possibilità di trovare il nome che vi farà felici. Vi restano dunque i nomi a domini meno appetibili, ma che hanno comunque un valore intrinseco:

  • Nomi legati all’attualità: crisi, politica, etc.
  • Nomi mirati a un mercato di nicchia: piante,fiori, etc.
  • Nomi che sono al top della ricerca: assicurazione, abbigliamento etc.

Sconsiglio di scegliere nomi di personalità, aziende, errori di battitura (appl.com) o eventi. In poche parole tutti i nomi che potrebbero trarre in inganno un utente è considerato cybersquatting e potrete avere problemi.

I nomi che non rientrano in queste tre categorie possono essere comunque interessante. Basta fare la tua analisi.

Una volta effettuata la scelta dei domini da acquistare, si deve passare alla cassa. Quale il costo?

Il business del domainer è un “lavoro” lungo. Si inizia con piccoli guadagni, che migliorerete con il tempo. Dopo almeno 6 mesi, si dovrebbe essere in grado di guadagnare qualcosa. Con la pratica e l’esperienza acquisita, si potrebbe con il tempo farlo divenire un business. E tutto questo con soltanto alcune ore di lavoro quotidiano.

Per guadagnare in modo continuo bisogna avere un portafoglio abbastanza ampio.

Il domainer è come investire in borsa: occorre avere un portafoglio per limitare i rischi ed ottimizzare i guadagni. I domainers principianti cominciano con decine di domini, ma si comincia a fare sul serio a partire da 50 domini. I professionisti, girano intorno a 150-300 domini.

Servizi di Backorder

scegliere tld domini

Cosa sono? il Backorder è un servizio che ti aiuta ad acquisire un nome di dominio una volta che diventa disponibile per la registrazione.

Prenotare un dominio in backorder

Ogni giorno milioni di nomi di dominio scadono o vengono cancellati, quando il proprietario non rinnova o decide di eliminarlo. Il sistema di backorder monitorerà il tuo nome di dominio selezionato e proverà a registrarlo per tuo conto nel momento in cui diventa disponibile.

I Migliori servizi Backorder Italiani

  • Nidoma: Prezzo per il recupero 29€
  • Match.itRecupera i domini in backorder a solo 9€
  • YouDot.io: Prezzo per il recupero 20€ (servizio disabilitato)

In entrambi i servizi il pagamento del dominio avverrà solamente in caso di recupero.

Qualora fosse ordinato da più utenti, partirà in automatico un’asta che prevede un prolungamento automatico di 3 minuti per le offerte pervenute all’ultimo momento, garantendo a chiunque la possibilità di rilanciare.

Conclusione

Come qualsiasi investimento, i nomi di dominio racchiudono una serie di rischi. Tuttavia, per gli investitori diligenti che considerano i rischi ed i rendimenti in modo approfondito, i nomi di dominio possono diventare un investimento che produce rendimenti elevati, ed un modo unico di differenziare il suo portafoglio d’investimento.

Lascia un commento


The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.