Lavorare come interprete e traduttore

Il traduttore/interprete è un professionista del linguaggio che trascrive testi o conversazioni da una lingua straniera (lingua di origine) nella sua madre lingua (lingua di appartenenza) con un duplice obiettivo di accuratezza e fluidità. Può lavorare come dipendente o come freelance.

Come si diventa traduttore/interprete?

Categorie di lavoro: traduttore/interprete

Il termine generico traduttore – interprete – è comunemente usato per indicare diversi categorie di traduzione. Comprende specializzazioni molto diverse:

  • Traduttore tecnico è di solito un professionista di un settore specifico (industriale, medico, legale …) che traduce documenti relativi al suo settore di competenza. Ha una duplice conoscenza.
  • Traduttore letterario lavora per un editore con il quale firma un contratto per la traduzione di un’opera specifica. Considerato un autore, riceve delle royalties sulle vendite dell’edizione tradotta.
  • Traduttore audiovisivo esegue il doppiaggio e la sotto titolatura di film, serie o documentari. Deve rispettare molti vincoli tecnici (velocità dei sottotitoli, sincronizzazione, ecc.). Riceve anche i diritti d’autore.
  • Localizzatore è specializzato in computer e multimedia. Traduce il contenuto di software, videogiochi o siti Web per soddisfare i requisiti del paese di destinazione.
  • Traduttore giuridico è abilitato ufficialmente dalle autorità giudiziarie. È l’unica persona autorizzata a tradurre determinati documenti (documenti di identità, documenti di stato civile, sentenze …). Le sue traduzioni hanno valore legale.
  • Interprete di conferenza fornisce una traduzione verbale, simultanea o consecutiva di un interlocutore in (conferenze internazionali, riunioni di lavoro, udienze, ecc.).

Traduttori e interpreti a volte lavorano come collaboratori (organizzazioni internazionali, agenzie di traduzione, grandi aziende) in un pool di professionisti.

Spesso operano come traduttori indipendenti (freelance). Dedicano una parte significativa del loro tempo alle attività commerciali: indagini, negoziazione, fatturazione, ecc.



Diventare un traduttore-interprete: requisiti richiesti

Oltre alla conoscenza approfondita di almeno due lingue straniere, il traduttore deve avere un eccellente padronanza della sua lingua madre, al fine di produrre traduzioni accurate e fluenti con le minime sfumature dal testo originale. Deve quindi possedere qualità di rigore, standard elevati e una certa curiosità (se necessario, può dover effettuare ricerche per approfondire le sue conoscenze su un determinato tema).

Inoltre, il traduttore freelance deve essere flessibile, reattivo e in grado di organizzare il proprio lavoro in base alle esigenze (alternando grandi commesse e periodi di inattività).

Situazione lavorativa attuale

Se le necessita in materia di traduzione sono in costante crescita, anche il numero di traduttori è in aumento e per questo le agenzie di traduzione ricevono decine di CV ogni giorno. Generalmente, sono poco richiesti traduttori dipendenti preferendo rivolgersi a collaboratori freelance.

Se vuoi lavorare come traduttore dipendente, troverai opportunità in organizzazioni internazionali, società di produzione audiovisiva  e case editrici .

Se desiderate diventare un traduttore freelance, dovrai costruire una rete di contatti e dedicare una parte significativa del tuo tempo alle attività di ricerca. Infine, dovrai essere flessibile e adattarti a un ritmo di lavoro irregolare (traduzioni urgenti, sovraccarico di ordini, o al contrario, periodi di inattività).

Invia un offerta di Lavoro

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *