Instagram supera Facebook come social network più utilizzato in Italia

L’utilizzo di Instagram supera del 15% di Facebook, secondo uno studio di esperti di analisi dei social media.

Social più utilizzato

La maggior parte degli utenti pubblica una volta alla settimana e il periodo della giornata con più attività è dalle 21h alle 23h. Le ore migliori per caricare una foto sul social network sono il lunedì, il mercoledì, il giovedì e la domenica alle 21:00.

Nonostante la recente crisi dei social, sembrava che Facebook fosse ancora il social network in termini di preferenze degli utenti. Tuttavia, secondo uno studio condotto da Metricool, uno strumento specializzato nell’analisi dei social media, indica che il nuovo “RE” dei canali social ora appartiene al popolare Instagram. In un sondaggio condotto su 1.483 professionisti dei social media italiani di età compresa tra i 18 ei 65 anni, il 97,6% ha scelto Instagram come social network più utilizzato, rispetto all’81,8% che usa maggiormente Facebook. Dunque, Instagram supera Facebook del 15% e continua a crescere, mentre l’uso di Twitter e Linkedin si posiziona a fondo classifica.

Il momento di massima attività: dalle 21 alle 23

A che ora del giorno ci sono più utenti connessi a Instagram? Secondo lo studio, le ore di maggior parte delle attività nel social network sono, in primo luogo, dalle 21:00 alle 23:00, seguite dalle 17:00 e le 20:00 a seconda della posizione e, infine, le ore di minor traffico di utenti sono tra le 8:00  e mezzogiorno. Sulla base di questi dati sul maggior numero di utenti attivi durante il giorno, gli esperti hanno determinato quali sono i momenti migliori per pubblicare un post o storie.

Il risultato assicura che lunedì, mercoledì, giovedì e domenica alle 21:00 è il momento migliore per pubblicare. Seguono al secondo posto il martedì e sabato alle 18:00, e al terzo posto troviamo il venerdì alle ore 15:00.

Pubblicazioni settimanali

Per quanto riguarda la frequenza di pubblicazione, la risposta dei partecipanti al sondaggio assicura che la preferenza è quella di pubblicare un post o una storia una volta a settimana. Il 43,5% degli utenti ha dichiarato di pubblicare settimanalmente, rispetto al 38,6% che lo fanno ogni giorno. Solo il 12,8% pubblica una volta al mese, il 3,5% ogni tre mesi e solo l’1,6% lo fa ogni 6 mesi o più.

Per quanto riguarda il tipo di contenuto, le storie hanno superato i post si nelle visite che nella frequenza di pubblicazione. Il 50,2% mostra una preferenza di visualizzazione delle storie nelle 24 ore rispetto al 49,8% che dice guardare più alle normali pubblicazioni. Secondo gli esperti, il motivo è perché le storie sono contenuti molto più diretti e spontanei, il che rende la curiosità di vedere il contenuto più ampio tra gli utenti del social network.

La temporalità delle storie, che possono essere viste solo durante un giorno, rende queste pubblicazioni meno preparate e tendono ad essere di qualità inferiore. Anche così, si attrae un gran numero di traffico sul profilo dell’utente, affermano gli specialisti.

Pubblicità su Instagram, una sfida senza eguali

Nonostante la quantità di pubblicità che gli utenti trovano ogni volta che aprono la loro applicazione Instagram, il recente studio mostra che il 78% degli intervistati non ha effettuato alcun acquisto tramite Instagram. Più del 70% delle persone che hanno partecipato al rapporto confermano di utilizzare il link nella biografia per menzionare una pagina web di interesse, con l’obiettivo di consentire agli utenti di accedere ai contenuti al di fuori del social network.

Da parte sua, Instagram Shopping, funzionalità progettata per acquistare prodotti attraverso il canale social che è arrivato in Italia nel 2018, sembra non avere molto successo al momento tra gli utenti del social network, poiché quasi la metà degli intervistati, un 47 %, non conoscono questo nuovo strumento. Dei rimanenti che conoscono l’esistenza di questa funzione, oltre il 90% dichiara di non averlo utilizzato per effettuare alcun acquisto.

Condividi per aumentare la visibilità del post...
Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *