Il nuovo aggiornamento di WordPress 5.0 è ora disponibile con nuove funzionalità

WordPress rivoluziona completamente il modo in cui gli utenti e sviluppatori utilizzeranno l’editor. Da oggi in poi, tutto si riduce a blocchi.

WordPress 5.0 Gutenberg

Il nuovo aggiornamento di WordPress 5.0 (Gutenberg) è finalmente disponibile e la piattaforma introduce una serie di modifiche che dovrebbero semplificare la vita di utenti e sviluppatori. Gutenberg offre una trasformazione nell’editor di WordPress, una nuova interfaccia per aggiungere, modificare e manipolare il contenuto.

Fondamentalmente, l’aggiornamento cerca di facilitare e permettere a chiunque la creazione di livelli di contenuto attraverso un’interfaccia utente basata su blocchi. Tutti i tipi di componenti della pagina sono rappresentati da blocchi modulari, il che significa che è possibile accedervi tramite un menu unificato, posizionati in qualsiasi punto della pagina e modificati direttamente per creare la presentazione personalizzata che l’utente desidera.

Mentre alcuni si sono detti entusiasti dell’aggiornamento, molti sono preoccupati (alcune addirittura terrorizzati) che questo possa essere un grande cambiamento nel modo in cui usiamo WordPress oggi. Ecco che, in questo post, abbiamo deciso di parlare di ciò che riteniamo sia la cosa più importante su WordPress 5.0.

Qual è la differenza in WordPress 5.0?

Se sei un normale utente di WordPress (e con questo intendo “non uno sviluppatore”), l’unica differenza è la nuova interfaccia utente per scrivere articoli. Sì, al momento, è solo una nuova esperienza di editing per quasi le stesse funzioni delle versioni precedenti.

A differenza del precedente editor di testo della versione 4.9 (Tipton), ora si ottiene un campo specifico per ogni elemento che si sta aggiungendo al contenuto. Con questo nuovo layout, ogni elemento è chiamato blocco. L’intero sistema di scrittura degli articoli ora è focalizzato sull’aggiunta di più elementi in blocco, che possono essere allineati e combinati mediante un gesto di trascinamento (drag and drop) della selezione per rimanere il più vicino possibile a ciò che si ottiene sul front-end del sito.

Questo nuovo sistema di blocco è più funzionale del precedente editor?

In termini di ciò che si può ottenere per il tuo sito con la versione precedente, non c’è molta differenza. Tutte queste funzioni sono ancora elementi HTML comuni, come intestazioni, paragrafi, immagini, gallerie, citazioni, liste, ecc. Vale la pena menzionare anche alcuni dei nuovi elementi introdotti, come le nuove dimensioni per il testo del paragrafo e due formati per le citazioni. Ma questi sono solo piccoli cambiamenti.

Tuttavia, quando si tratta dell’interfaccia utente stessa, è sicuramente un modo totalmente nuovo e moderno (e probabilmente più semplice) per aggiungere e organizzare i contenuti. E anche con alcune funzioni interessanti come il riconoscimento automatico e la trasformazione a blocchi quando si copia/incolla da diverse fonti esterne. Bene, dovremmo tutti riconoscere che il vecchio editor classico generava degli errori, e presumo che ci adatteremo rapidamente con il nuovo block editor grazie a questa nuova funzionalità.

Block Editor WordPress 5.0

Il punto principale del passaggio verso questo nuovo sistema può essere letto dal punto di vista di uno sviluppatore. Lo scopo di WordPress è quello di fornire un modo semplice per gli utenti di avere un’esperienza reale di “ciò che vedi è ciò che ottieni” quando crei o modifichi un sito web. Tecnicamente parlando, con il vecchio sistema di editor, WordPress è rimasto bloccato in un’era tecnologica decennale ed è ora in grado di fare cose davvero interessanti con questo nuovo approccio.

Il sistema a blocchi rappresenta un modo interessante per gli sviluppatori di creare  vari set multipli di nuovi elementi come aggiunta ai blocchi standard. Fondamentalmente, molto simile a quello che si otteneva in ​​precedenza con i codici di accesso, ma ora si è finalmente in grado di utilizzarlo in modo nativo in WordPress. Inoltre, avrai un’idea chiara di come apparirà il frontend di un sito durante la modifica sul back-end.

Non bisogna preoccuparsi

Ricordate che tutti i temi WordPress o un plugin devono essere compatibili al 99% con WordPress 5.0. Anche se alcuni temi e plugin necessitano di una leggera “pulizia” per le specifiche caratteristiche, probabilmente accadrà prima o poi allo stesso ritmo con cui gli utenti di WordPress accetteranno queste modifiche.

Che cosa succede se per qualche motivo voglio tornare indietro al vecchio editor?

Nessun problema WordPress intende mantenere il vecchio editor per i prossimi due anni. Pertanto, se un plug-in, un tema o parte del contenuto esistente sul tuo sito non è compatibile con il nuovo editore per qualsiasi motivo, avrai ancora molto tempo per adottare questa nuova modifica. Attualmente, ci sono due modi per usare il vecchio editor visivo in WP 5.0, utilizzando il plugin Classic Editor di WordPress.

Utilizzo del plugin Classic Editor di WordPress

Il modo più semplice per tornare al vecchio editor è utilizzare il plugin Classic Editor di WordPress. Dopo averlo installato e attivato, nasconderà (ma non rimuoverà) il nuovo block editor e si otterrà esattamente lo stesso editor WordPress della versione 4.9.

Tuttavia, il nostro consiglio è di modificare le impostazioni del plug-in e rendere disponibili entrambi gli editor. Successivamente, è possibile utilizzare in modo selettivo l’editor nuovo o precedente per ogni post, a seconda delle proprie esigenze e alla configurazione del sito web.

Utilizzo del  nuovo Block Editor

Dopo l’aggiornamento a WordPress 5.0, vedrete che tutti i vostri post e pagine esistenti vengono aggiunti ad un unico blocco chiamato “Classic”. Quindi, quando si scrivono nuovi post, è ancora possibile comunque aggiungere un solo blocco e utilizzarlo nello stesso modo in cui lo si è fatto in passato.

Eseguire il backup del contenuto esistente prima di modificare.

Questo è un consiglio davvero utile per chiunque non sia sicuro se il contenuto inserito in precedenza sarà compatibile con il nuovo editor. Prima di effettuare una conversione in blocchi, copiare semplicemente il contenuto del post in un file word sul computer. Se la conversione è corretta, ottimo! In caso contrario, basta passare al vecchio editor e quindi incollare il contenuto salvato precedentemente.

A causa del modo in cui è strutturato, un intero nuovo mondo è aperto agli sviluppatori in termini di “sviluppo a blocchi”. Ricordate, tutto con Gutenberg è riassunto in blocchi. Quindi probabilmente sentiremo molto parlare di questo termine.

Cosa ne pensi dei nuovi cambiamenti in WordPress?

Condividi per aumentare la visibilità del post...
Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

One thought on “Il nuovo aggiornamento di WordPress 5.0 è ora disponibile con nuove funzionalità”

  1. Sembra molto ben fatto, unico problema vero sono i clienti che ora si troveranno un’interfaccia completamente diversa per amministrare i contenuti :/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *