I falsi miti sulla SEO sul posizionamento di un sito web

Gli ultimi aggiornamenti degli algoritmi di Google indicano chiaramente che Google premia e classifica i siti web in base alla qualità dei loro contenuti. Se già si è a conoscenza, allora parleremo dei falsi miti SEO che indicano quali sono le migliori strategie per posizionarsi nei primi posti su Google.

SEO

Per questo, esperti copywriter e professionisti SEO si concentrano sul cambiamento della link building, del design e visual thinking. Il loro obiettivo è di coinvolgere l’utente e i motori di ricerca con un flusso attrattivo di contenuti. Deve essere altamente interessante per i lettori!

Ho menzionato queste parole perché ci sono informazioni relativamente irrilevanti e fuorvianti che pensano che la SEO sia qualcosa di semplice e veloce. Ecco alcune delle reazioni da parte di utenti e professionisti alle domande fatte quando si avvia una campagna SEO.

Di seguito alcuni miti SEO di cui si parla e si specula sulla SEO e che in realtà non lo sono.

1: Con la SEO ottieni risultati rapidi

Non è vero, mai! La SEO è un processo in continua evoluzione. Chi non aggiorna regolarmente le proprie tecniche non avrà risultati. Google aggiorna frequentemente i parametri necessari per posizionare un sito web, quindi prima di tutto aggiornarsi e non usare trucchi ed imbrogli, lavorare bene ed onestamente per essere riconosciuti da Google.

Non dimenticare: la SEO può richiedere diversi mesi prima di vedere un significativo aumento dei risultati!

2: In prima pagina della SERP. Quindi il lavoro SEO è finito?

La SEO non deve mai finire! Come accennato prima, la SEO è in costante evoluzione e non sarà la stessa in 6 mesi, figuriamoci in 6 settimane! Costantemente ci saranno delle modifiche che ti aiuteranno a posizionarci più in alto. Non c’è un tempo fisso per terminare una campagna o una strategia SEO. Questo dipende da ogni azienda o business.

3: Più vecchio è il dominio, meglio è

È stato dimostrato più volte che i siti nuovi e più piccoli con contenuti migliori superano siti web meno recenti con contenuti peggiori. Se vuoi davvero essere nei primi posti ed essere apprezzato da Google, assicurati che il contenuto sia il più completo possibile.

4: La ricerca e l’analisi delle parole chiave non ha importanza

NO, NO. Le parole chiave sono ancora importanti: Google non ha eliminato l’importanza delle parole chiave in alcun aggiornamento recente a livello SEO . Quindi fai attenzione ad escludere la ricerche per le parole chiave durante la tua strategia SEO .

5: La pubblicazione di guest post è finita

Beh no, un post pertinente e utile per un blogger della tua stessa nicchia può portare traffico al tuo sito. Il guest post rimane uno dei modi più efficaci per creare collegamenti e relazioni. E’ molto importante ricevere link verso il tuo sito web!

6: I migliori domini per la link building sono .edu e .gov

Normalmente, i siti web con .gov e .edu hanno un’autorità di dominio elevata, tuttavia, ci sono molti domini .com .it e altri con uguale autorità. Come accennato in precedenza, il contenuto è la soluzione primaria e se il tuo obiettivo è collegarti a un sito web .gov con informazioni pertinenti o a un .com con informazioni di alto livello scegli sempre un sito che ha il miglior contenuto e una buona autorità!

7: Un IP dedicato consente di aumentare il ranking su Google

No, la serp non sono influenzate dall’avere un IP dedicato. Tutto è basato su come Google le acquisisce!

8: I collegamenti ti aiutano a posizionarti

Ebbene sì, i collegamenti aiutano. Ma ciò che davvero aiuta è avere link in entrata al tuo sito web. Come ho detto prima, avere link a un sito Web e averli in collegamento aiuta infinitamente più di una strada a senso unico.

9: Puoi iniziare a fare SEO solo quando finisci di sviluppare un sito web

L’implementazione del SEO può iniziare non appena sviluppi il sito web. Una volta che il sito web è attivo, Google inizierà a tracciarlo indipendentemente dallo stato. Usare tecniche SEO fa parte delle migliori pratiche soprattutto mentre si inizia un progetto di un sito Web.

10: Un contenuto migliore è sufficiente per ottenere classifiche migliori

Un contenuto migliore è solo un pezzo del puzzle. Indipendentemente dal modo in cui il contenuto viene scritto, le parole chiave aiutano Google a identificare le informazioni e a garantire che vengano visualizzate con i risultati di ricerca corretti. Tutti gli elementi della SEO funzionano insieme e il contenuto è solo una parte di esso.

11: Qualsiasi link in entrata fa bene

Basta tenere presente che ci sono collegamenti buoni e cattivi. Ma ci sono anche link naturali e siti web di alta qualità con alta autorità. Ad esempio, pensa di comprare carne, non vorrai comprarla da un negozio economico e sconosciuto, giusto? Proprio come sai che la differenza tra la bistecca a basso costo e la carne di un negozio commerciale e conosciuto non sarà dello stesso gusto e della stessa qualità, perché l’algoritmo di collegamento di Google conosce la differenza. Se vieni scoperto con link negativi, che danneggeranno le tue classifiche, te ne accorgerai.

12: Devo aggiornare periodicamente il contenuto per posizionarlo costantemente

C’è del vero, ma non troppo alcune persone lo prendono sul serio. Su blog settimanali o mensili, è ancora possibile raggiungere i risultati ai primi posti. Come ho detto prima, il contenuto di alta qualità è superiore alla bassa qualità.

13: Il tuo sito web non ha bisogno di un blog

Hahahah .. Non farmi ridere .. Certo. Non importa in quale settore tu sia, ci sarà sempre qualcosa di cui parlare. Come accennato in precedenza, l’aggiunta di contenuti regolarmente aiuterà il tuo sito web a posizionarsi e salire di livello sempre maggiore nei motori di ricerca.

14: Collegamenti interni non hanno alcuna relazione con la SEO

Sì, i collegamenti interni aiutano gli utenti a navigare nel tuo sito web. Senza questi collegamenti, gli utenti probabilmente trascorreranno poco tempo sul tuo sito e questo influenzerà il loro posizionamento con un’alta frequenza di rimbalzo.

15: Non è necessario che il tuo sito web sia mobile friendly

Cosa? Permettetemi di dirvi che la maggior parte delle imprese e delle aziende stanno optando per aggiornare il loro sito Web alla versione mobile, perché sanno quali sarebbero i loro problemi che potrebbero danneggiare il loro brand e la qualità del servizio offerto. Tieni presente che la versione mobile è la piattaforma numero 1 con cui le persone interagiscono e visitano i siti web! Gli utenti di solito abbandonano se il sito web è inutilizzabile sui dispositivi mobili. Non solo, ma Google premia i siti che sono adattabili per i dispositivi mobili. È consigliabile assicurarsi che il tuo sito web abbia un bell’aspetto indipendentemente dal dispositivo.

16: La SEO è morta

NO, signori! Se la SEO sarebbe morta, perché nelle ricerche organiche abbiamo il 51% di tutto il traffico del sito Web e anche di più? La SEO è una parte molto importante di qualsiasi sito web. Aiuta a promuovere il tuo sito Web per garantire che sia presentato alle persone giuste. A meno che non ci sia un cambiamento importante. Bene, vi dico che la SEO sarà presente ancora per molto altro tempo.

17: La SEO può essere automatizzata

Hmm … ma come? La SEO richiede un contributo umano. Se fosse così facile con un solo clic, tutti avrebbero una classifica dei risultati impeccabile. I robot SEO rendono il tuo sito web come spam. Stai molto attento a cosa e dove vuoi andare con queste automazioni che offrono diverse aziende.

Bene, questi sono alcuni miti che dobbiamo tenere in considerazione durante l’implementazione o l’avvio di una strategia SEO.

Condividi per aumentare la visibilità del post...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *