Guadagnare online investendo solo il proprio tempo

Pensare di poter ottenere fonti di reddito creando un business senza alcun investimento iniziale può sembrare una mera utopia oppure oppure un premio che può essere assegnato a pochi e fortunati eletti. Eppure online ci sono ancora degli strumenti e delle risorse che, se impiegate e sfruttate a dovere, possono consentire di realizzare dei guadagni davvero interessanti. Gli unici requisiti necessari per lanciarsi in questo tipo di business di cui stiamo per dare i dettagli sono:

  • La conoscenza e/o la forte passione per un determinato argomento;
  • Minime capacità tecniche per le operazioni basilari con le piattaforme di blogging;
  • Buone capacità di scrittura;
  • Abbastanza tempo da dedicare (2-3 ore al giorno)

Ovviamente, da quanto si evince da tali premesse, il business di cui parliamo poggia le fondamenta sull’apertura di un blog e sul suo aggiornamento costante per ottenere guadagni attraverso ricavi pubblicitari di vario genere. Vediamo quindi quali sono gli strumenti gratuiti disponibili per cominciare questo tipo di attività online.

Le piattaforme di blogging

Il primo strumento che occorre per questo tipo di attività basata su un blog, è appunto il blog. Come aprirne uno gratuitamente? E’ possibile aprire un blog gratuitamente attraverso le piattaforme blogging con Blogger.com di Google e Blog.Virgilio.it di Virgilio, tanto per citare le più famose ed utilizzate. In particolare si consiglia di utilizzare la piattaforma di Blogger per sfruttare tutti i vantaggi di Google, in quanto come detto si tratta di un un sistema di proprietà del noto motore di ricerca. L’interfaccia è molto intuitiva con un menù nella colonna di sinistra dove sono presenti tutte le voci necessarie per la configurazione ottimale del proprio blog e per la pubblicazioni dei propri articoli. Virgilio resta comunque una soluzione gratuita di primo livello, ed ha il vantaggio di utilizzare il famosissimo cms WordPress, in assoluto il più utilizzato per la realizzazione di blog (ma anche di siti web complessi).

I canali di comunicazione

Ora che il blog è stato aperto ed i primi articoli bisogna cominciare a portare traffico. Gli obbiettivi a cui puntare saranno focalizzati sul breve e sul lungo periodo. L’obbiettivo di breve periodo sarà portare traffico ad un articolo appena scritto. Creato un articolo, per prima cosa bisogna condividerlo sui profili dei Social Network (Facebook, Twitter e Google + sono i più utilizzati). L’articolo può poi essere segnalato sugli aggregatori di notizie principali con OkNotizie di Virgilio e ZicZac. L’obbiettivo sul longo periodo sarà quello di migliorare il posizionamento sui motori di ricerca per generare traffico spontaneo su tutto il blog. A tale fine, le principali attività su cui concentrarsi saranno volte all’acquisizione di link di rimando al proprio blog, ottenibili mediante segnalazioni sulle web directory più importanti (citiamo TheSpider.it, Mrlink.it e BlogItalia.it) e soprattutto su articoli di blog dello stesso settore, come citazione. Ottenere link di questo tipo gratuitamente non è facile, soprattutto spontanei, almeno che i contenuti offerti non siano di una qualità davvero eccelsa. Le operazioni per ottenere link da altri blog vanno comunque gestite sotto forma di trattativa privata, proponendo magari esclusive, contenuti gratis o ricambiando il favore.

L’advertising online

L’ultimo step, quello che forse più interessa a chi sta leggendo questo articoli, consiste nel monetizzare il traffico che si è riusciti a veicolare sul proprio blog. Per fare ciò, ci sono tre strade percorribili:

Vendita privata

Vendere direttamente gli spazi pubblicitari disponibili sul blog (banner, link, pubbliredazionali o altro). E’ possibile cercare i potenziali acquirenti per contatto diretto (senza fare spam), segnalando gli spazi in vendita direttamente sul proprio blog, oppure inserendo annunci sui principali forum del settore come Alverde.net (che dispone di una apposita area dedicata) ed il forum di Giorgiotave.

Concessionarie di pubblicità

Si tratta di agenzie che hanno in gestione le campagne pubblicitarie di molti brand e che mettono a disposizione degli affiliati il materiale necessario per inserire la pubblicità, ad esempio banner, link testuali, Dem. E’ possibile guadagnare generando iscrizioni o vendite che vengono tracciate in tempo reale con l’utilizzo di opportuni cookies. Le principali concessionarie pubblicitarie sono Tradedoubler e Zanox.

Google Adsense

Adsense è un programma pubblicitario di Google che consente di guadagnare attraverso i click effettuati sugli annunci testuali o grafici forniti: alla realizzazione viene fornito un codice da implementare nel proprio blog che ne analizza i contenuti per proporre annunci pubblicitari contestuali. Il migliore fra i programmi pay-per-click.

Condividi per aumentare la visibilità del post...
Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *