Guadagnare con un blog, l’importanza delle nicchie

Guadagnare con un blog non è semplice: ci sono centinaia di milioni di blog online, quindi per trarne profitto non basta semplicemente realizzarlo, ma va fatta una corretta pianificazione e bisogna trattarlo come un vero e proprio lavoro ancora prima di iniziare. Se si vuole avere successo nel mondo del blogging, è necessario scegliere una nicchia, trovare il pubblico e costruire un piano di monetizzazione, programmando la crescita futura del blog. Una volta capito il valore della pianificazione, è il momento di realizzare un blog che abbia il potenziale per distinguersi dalla massa e che abbia le potenzialità per portare guadagno. Vediamo quindi come.

Trovare una nicchia specifica

Trovare una nicchia non è così semplice, anche scegliere ad esempio come nicchia un blog sugli animali domestici può risultare ancora troppo generico. C’è bisogno di nicchia specifica. Continuando su questo esempio, possiamo quindi scendere più in profondità

Es. Animali domestico->Cani->Giocattoli per cani->Giocattoli infrangibili per cani.

Si evince dunque che bisogna scavare nelle nicchie generali, scendere nei sui sottolivelli per settorializzare al massimo la tematica. Si avranno cosi meno concorrenza e più probabilità di arrivare ad essere leader di quella determinata nicchia.

Creare contenuti che costituiscano un reale valore aggiunto

Il successo di un blog si trova all’interno del suo contenuto. Con milioni di blog online, c’è bisogno di avere contenuti migliori almeno della maggioranza di questi. Scegliendo, come da esempio precedente, la nicchia dei giocattoli infrangibili per cani, è possibile creare un blog che fornisca recensioni su tutti i migliori prodotti in circolazione relativamente a quella nicchia. Alle recensioni potrebbero essere abbinate dei video correlati oppure, se possibile, portare le recensioni ad un livello più elevato creando in proprio delle rassegne video magari con il proprio cane ed i giocattoli infrangibile personalmente testati, elencandone i pregi ed i difetti (questa sarebbe la soluzione top).

Come monetizzare il traffico del blog

Queste informazioni possono sembrare utili solo per chi, continuando a rifarci all’esempio iniziale, sia nel settore della vendita di accessori per animali. Ma chi non vende online può monetizzare ugualmente il traffico del proprio blog? La risposta è si!

I blogger possono trarre profitto dalle affiliazioni: possono cioè guadagnare una commissione ogni volta che procurano una transazione ad una azienda affiliante tramite un utente proveniente dal proprio blog. La maggior parte dei blog attualmente online utilizza i programmi di affiliazione (i migliori disponibili in Italia sono rintracciabili sui network di Tradedoubler e Zanox, oppure il programma di affiliazione offerto da Amazon).

Senza entrare troppo nel dettaglio, ogni blogger può aderire ai programma di affiliazione ed ogni volta che recensiscono un nuovo prodotto sul blog, possono includere un link al prodotto (usando ovviamente il link di affiliazione) e poi guadagnare una commissione su ogni transazione procurata. Questo metodo si può applicare a quasi ogni nicchia, essendo centinaia i programmi di affiliazione e milioni i prodotti disponibili. Un ulteriore vantaggio è che in questo modo il blogger non avrà mai a che fare con il cliente, il prodotto, problemi relativi alle transazioni e cose simili.

Ha semplicemente bisogno di creare contenuti coinvolgenti capaci convincere e spingere i lettori a fare clic sul link di affiliazione. Una volta cliccato sul link, se sarà generata una transazione, otterrà un guadagno che sarà pagato secondo i termini previsti da ciascun programma di affiliazione.

Condividi per aumentare la visibilità del post...
Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *