Come sviluppare un portale che porti profitti

Non avendo grande esperienza del mondo del web, si potrebbe essere indotti a pensare che i guadagni concreti che si possono ottenere tramite i motori di ricerca, i portali e le directory siano conquistabili unicamente per mezzo delle pubblicità. Chi conosce in maniera più approfondita questo settore, invece, sa che non è proprio così, e che anzi tali strumenti sono in grado di essere redditizi anche in assenza di un sostegno pubblicitario, o comunque con un aiuto minimo da questo punto di vista. Nella maggior parte dei casi, infatti, l’editore non guadagna sulla pubblicità ma su altri aspetti: basti pensare, per esempio, alle relazioni che nascono e si consolidano, destinate a trasformarsi in contatti che, presto o tardi, rappresenteranno la più concreta e importante fonte di introiti.

sviluppare sito web

Il valore dell’autorità

Nel settore del web, così come in tutti gli altri ambiti della comunicazione, maggiore è l’autorità che viene riconosciuta a uno specifico media e minore è la necessità, per l’editore, di mettersi in cerca di contatti con gli inserzionisti pubblicitari. Ciò si spiega per due ragioni: da un lato c’è realmente meno necessità di inserzioni pubblicitarie, dall’altro lato saranno addirittura gli inserzionisti stessi a farsi sentire e a voler apparire sul portale in questione.

La qualità dei contenuti

Per lo sviluppo portali web, è molto importante pianificare e realizzare dei contenuti che siano realmente informativi. Il business della conoscenza si conferma tale anche su Internet, con molteplici opportunità di guadagno che vengono declinate a seconda delle esigenze. Una prima possibilità consiste, per esempio, nel crearsi un sito vetrina classico con il quale pubblicizzarsi; in alternativa, però, si può anche pensare di informare gli utenti che compongono il target di riferimento con la creazione di portali ad hoc, pensati proprio per andare incontro alle loro esigenze e soddisfare le loro aspettative.

La differenza tra un portale e un sito web

A differenza di ciò che il linguaggio comune potrebbe indurre a pensare, i siti web e i portali non sono la stessa cosa: i secondi si dimostrano più vantaggiosi rispetto ai primi dal momento che garantiscono una visibilità più elevata e, inoltre, sono forieri di un prestigio maggiore. La notorietà e il valore si trasformano in successo, il che significa poter contare su un maggior numero di contatti con la clientela, e più in generale su nuove relazioni con le aziende esterne, con le quali si potrà pensare di studiare e attivare collaborazioni di ogni genere.

I siti web hanno ancora senso?

Da quanto si è appena detto si potrebbe dedurre che al giorno d’oggi i siti web non hanno più alcuna ragione di esistere, ma ovviamente non è vero. Prima di tutto, è bene sapere che la progettazione e la costruzione di un portale presuppongono il possesso di specifiche competenze tecniche e di risorse economiche abbastanza ingenti, e non è detto che tutti abbiano a disposizione le une e le altre. Inoltre, i portali per risultare efficaci devono essere aggiornati in modo costante, e anche questo richieste risorse significative e una disponibilità di tempo considerevole: è indispensabile, infatti, mettere a punto campagne di web marketing efficaci, e più in generale riuscire a tenere alta l’attenzione della clientela.

I benefici offerti da un portale

In linea di massima, a poter trarre vantaggio dalla costruzione di un portale sono tutti i professionisti che mettono a disposizione delle aziende un servizio di consulenza. Gli ambienti professionali che sono indirizzati verso le piccole e medie imprese, e quindi tutti coloro che offrono servizi hardware, software, di sicurezza o di formazione, possono beneficiare dei risultati di un portale nel momento in cui questo riesce a incrementare il numero di accessi in misura considerevole. 

Condividi per aumentare la visibilità del post...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *